In ricordo di Piero Ciampi

In ricordo di Piero Ciampi
30 anni dopo la sua scomparsa (19/01/1980)

“Io sono il più grande, perché mi posso permettere di prendere 300.000 Lire a sera e mandare un altro a cantare al mio posto. Tanto nessuno sa chi è Piero Ciampi”.

Piero Ciampi
sanguigna di MVC/Gulliveriana©, 2007

IL VINO

(Ciampi – Marchetti)

Com’è bello il vino
rosso rosso rosso,
bianco è il mattino,
sono dentro a un fosso.
E in mezzo all’acqua sporca
godo queste stelle,
questa vita è corta,
è scritto sulla pelle.

Ma com’è bello il vino
bianco bianco bianco,
rosso è il mattino,
sento male a un fianco.
Vita vita vita,
sera dopo sera,
fuggi tra le dita,
spera, Mira, spera.

tratto da un mio vecchio post del gennaio 2007

 

5 thoughts on “In ricordo di Piero Ciampi

  1. Che ne diresti se da qualche parte ti lascio il video di Giovanardi che canta "il vino" (ripreso da me), in una trattoria di Livorno, a trenta anni dalla morte di Piero, dopo che avevamo scherzato e bevuto alla stessa tavola?
    Reverberi potrebbe testimoniare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>