News
Paolo Zicconi canta Luigi Tenco a Sassari

locandina-sassariGiovedì 2 Gennaio 2014 alle ore 21 al Teatro Il Ferroviario di Sassari Paolo Zicconi canta Luigi Tenco in un concerto dal titolo "In qualche parte del mondo". Durante la serata saranno interpretati alcuni brani scelti nell'importante produzione di Luigi Tenco in un percorso che ha nel jazz la sua matrice, ma che si arricchisce di influenze pop e rock. In particolare, saranno proposte sia alcune bellissime canzoni d'amore, sia alcuni brani esistenziali e sofferti, sia alcune ironiche e divertenti ballate, molto distanti dallo stereotipo di "cantautore triste" che ha caratterizzato e alimentato il mito di Tenco. Una chiave interpretativa che esalta i temi, le costruzioni armoniche e le tematiche sviluppate durante una carriera che costituisce un patrimonio fondamentale della canzone italiana. Questo progetto, portato avanti con gli auspici della Famiglia Tenco, unisce musicisti di diversa estrazione, che vanno dalle file del Jazz al pop-rock, fino alla musica sarda e brasiliana. Infatti, oltre il cantante algherese, saranno protagonisti della serata Marcello Peghin (chitarre), Mariano Tedde (Piano), Paolo Zuddas (Percussioni), Salvatore Maltana (Contrabbasso e basso elettrico) ed Emanuele Dau (Tromba e Flicorno). La serata sarà arricchita dall'esposizione all'interno del teatro di alcuni quadri ad olio della pittrice Maria Vittoria Conconi ispirati da alcuni brani del cantautore. Canzoni e dipinti sono inoltre contenuti all'interno del cd omonimo che sarà presentato durante la serata. L'iniziativa, organizzata dall'associazione culturale "materia grigia", è realizzata con il contributo del Comune di Sassari – Assessorato alle Culture.

 
Paolo Zicconi canta Luigi Tenco

altVenerdì 13 Dicembre alle ore 21 al Teatro Civico di Alghero Paolo Zicconi canta Luigi Tenco in un concerto dal titolo “In qualche parte del mondo”. Durante la serata saranno interpretati alcuni brani scelti nell’importante produzione di Luigi Tenco in un percorso che ha nel jazz la sua matrice, ma che si arricchisce di influenze pop e rock. In particolare, saranno proposte sia alcune bellissime canzoni d'amore, sia alcuni brani esistenziali e sofferti, sia alcune ironiche e divertenti ballate, molto distanti dallo stereotipo di “cantautore triste” che ha caratterizzato e alimentato il mito di Tenco. Una chiave interpretativa che esalta i temi, le costruzioni armoniche e le tematiche sviluppate durante una carriera che costituisce un patrimonio fondamentale della canzone italiana. Questo progetto,  portato avanti con gli auspici della Famiglia Tenco, unisce musicisti di diversa estrazione, che vanno dalle file del  Jazz al pop-rock, fino alla musica sarda e brasiliana. Infatti, oltre il cantante algherese saranno protagonisti della serata Marcello Peghin (chitarre), Mariano Tedde (Piano), Paolo Zuddas (Percussioni), Salvatore Maltana (Contrabbasso e basso elettrico) ed Emanuele Dau (Tromba e Flicorno). La serata sarà arricchita dall’esposizione all’interno del teatro di alcuni quadri della pittrice Maria Vittoria Conconi ispirati da alcuni brani del cantautore. L’iniziativa, organizzata dall’associazione culturale “materia grigia”, è realizzata con il contributo del Comune di Alghero - Assessorato alla Cultura, della Fondazione Meta, della Pro Loco di Alghero e della Camera di Commercio di Sassari.

L’ingresso sarà gratuito. La consegna degli inviti avverrà a partire dal 9/12/2013 presso la Torre di Porta Terra di Alghero ai seguenti orari  9,30 – 13.00, 16.30 – 19.00.

Note sull’autore

Paolo Zicconi (Alghero, 1959), dopo aver preso lezioni di piano dal Mo Vittorio Nannarelli, si diploma in Canto Artistico presso il Conservatorio Canepa di Sassari nel 1984. Nel 1985 vince il concorso per l’insegnamento dell’educazione musicale nella scuola media. Ha vinto il concorso “Mattia Battistini” di Rieti, lavorando con Franca Valeri e il “Bellini” di Torricella Peligna. Ha studiato canto con i Maestri Romolo Castiglioni e Walter Cataldi Tassoni. Ha seguito gli stage di Johann Doremann a Roma e di Luciano Pavarotti a Modena. Ha studiato canto pop con Andrea Orlando. Ha cantato nei ruoli da protagonista in opere liriche in Italia ed Europa. Ha registrato CD di musica classica e lirica. Nel 2000 ha lanciato il progetto “Andiras”, ove rilegge pagine della musica popolare sarda con l’Orchestra “Roma Sinfonietta” diretta da Daniele Manca, con gli arrangiamenti di Marco Piras e con la collaborazione dei massimi esponenti del settore, da Piero Marras a Marisa Sannia, dai Bertas a Marino de Rosas e Sandro Fresi. Si occupa di canzone d’autore, studiando in particolare l’opera di Luigi Tenco e Sergio Endrigo. Soprattutto sulla figura di Luigi Tenco ha collaborato con i più grandi storiografi e studiosi a livello nazionale. Nel 2010 ha collaborato con la Compagnia “La Botte e il Cilindro” e l’Associazione “Materia Grigia” per un laboratorio teatrale ed incontri-concerto aperti al pubblico dedicati a Luigi Tenco e alla sua opera.

Formazione

Paolo Zicconi - voce

Marcello Peghin- chitarre

Mariano Tedde - Piano

Emanuele Dau - tromba/flicorno

Salvatore Maltana - Contrabbasso/basso elettrico

Paolo Zuddas - percussioni

Note sull’associazione

Materia grigia è un’associazione culturale, che opera in collaborazione con l’Ersu, Università degli Studi di Sassari, Comune di Sassari Assessorato alle Culture, Provincia di Sassari, Fondazione Banco di Sardegna e Regione Sardegna. Dal 1990 organizza ogni anno il laboratorio “Università e Teatro”. Dal 2010 organizza la rassegna “La Forza delle Parole”.

 
Giorgio Gaber – “Il Teatro Canzone” 2° Atto
Venerdì 6 Dicembre alle ore 20:30, al Teatro Il Ferroviario di Sassari, termina la seconda parte del laboratorio teatrale “Università e Teatro”, organizzato dall’associazione culturale “Materia Grigia”, con la messa in scena dello spettacolo "Giorgio Gaber e il teatro canzone".
L’iniziativa, giunta alla sua ventiseiesima edizione, è rivolta principalmente agli studenti dell’Università degli Studi di Sassari che, da gennaio hanno sperimentato tecniche di animazione teatrale sul palco del Ferroviario, diretti dal regista Pier Paolo Conconi.
Il tema dello spettacolo conclusivo del laboratorio teatrale quest’anno è rappresentato dal Teatro – canzone di Giorgio Gaber. Il soggetto è stato scelto in occasione del decennale della morte del grande artista milanese ed è inserito nella rassegna La forza delle parole dedicata proprio a Giorgio Gaber.
L’iniziativa, sostenuta dalla Fondazione Gaber, è organizzata dall’associazione “Materia Grigia” in collaborazione con la Compagnia Teatro "La Botte e il Cilindro", la Libreria Internazionale ”Koiné”, i “Bertas”, “La Camera Chiara” e il Circolo “Il Vecchio Mulino” e con il contributo dell’ Ersu, Università degli Studi di Sassari, Comune di Sassari Assessorato alle Culture, Provincia di Sassari, Fondazione Banco di Sardegna e Regione Sardegna.
 
La Forza delle Parole - L'elastico
Concerto con Andrea Desole, Uccio Soro, Peppino Anfossi, Andrea Lubino, Gabriele Desole

Martedì 25 Giugno alle ore 21 al teatro Il ferroviario di Sassari prosegue con il concerto “L’elastico” la rassegna “La Forza delle Parole: Da Tenco a Gaber” organizzata dall’associazione culturale “materia grigia”. Protagonisti della serata saranno Andrea Desole (voce), Uccio Soro (chitarra), Peppino Anfossi (violino), Andrea Lubinu (batteria, percussioni) e Gabriele Desole (basso elettrico) che eseguiranno un concerto tributo al grande artista milanese. Nel progettare questo concerto gli artisti hanno optato per una rilettura originale che tende a distaccarsi dalle peculiarità inimitabili di Giorgio Gaber. Allo stesso tempo questa rivisitazione cerca di raccontare Gaber in modo esauriente, passando attraverso le diverse stagioni che lo hanno visto protagonista sui teatri italiani, mantenendo sempre l’anima popolare del suo sentire, nutrendosene dal fondo e sino in fondo. Appare così da questa rilettura un autentico amante della canzone, uno scrittore innamorato di canzoni. Prima del concerto i Nasodoble presenteranno il loro primo videoclip con la canzone “Dall’altra parte del cancello” di Giorgio Gaber, tratta dal disco “Perigolosi”. Protagonisti sono l’attore comico Michele Manca e il pianista degli Area Patrizio Fariselli, con la partecipazione del piccolo Emilio, mentre la regia è di Roberto Achenza.

Il brano risale al 1973 e fa parte dell’album “Far finta di essere sani”, tratta il tema della normalità e della salute mentale attraverso l’allegoria del CANCELLO come limite sottile ma invalicabile, come mezzo di cancellazione dell’identità e dell’esistenza dell’individuo e come elemento di ambiguità nella rappresentazione del dentro e del fuori, della salute e della malattia, della normalità e della follia. L’iniziativa sostenuta dalla Fondazione Gaber è organizzata dall’associazione “materia grigia” in collaborazione con la Compagnia Teatro ”La Botte e il Cilindro”, la Libreria Internazionale ”Koiné”, i “Bertas”, “La Camera Chiara” e il Circolo “Il Vecchio Mulino”.
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 3 di 12