News
Prendi la chitarra e vai!
Lunedì 16 maggio alle ore 20.30 al Teatro "Il Ferroviario" di Sassari in Corso Vico 14, nell'ambito della rassegna LA FORZA DELLE PAROLE l'associazione Materia Grigia presenta il libro “Prendi la chitarra e vai!" di Pier Luigi Cherchi.

L'attrice Maria Antonietta Azzu, dialogando con lo scrittore ci introdurrà nelle atmosfere del racconto. Prendi la chitarra e vai a scoprire il mondo. È l'esperienza che hanno fatto tre giovani sassaresi negli Anni Settanta. L'ambizione di molti ragazzi, allora, era di cambiare il mondo, magari attraverso i messaggi da lanciare a suon di musica. Estate 1973, il sogno beat è quasi alla fine. Tre ventenni, freschi di studi del liceo Azuni, alle prese con i primi esami della facoltà di Medicina, decidono di imbarcarsi per Genova, e con pochi soldi in tasca e una chitarra nello zaino, decidono di andare in Germania. Destinazione Bochum, un grande centro industriale che accoglie ragazzi e uomini del sud Europa alla ricerca di un lavoro. Nelle squallide baracche ci sono greci, turchi, slavi, spagnoli, calabresi, campani e ovviamente molti sardi. L'impatto dei tre ragazzi con quella dura realtà sociale è scioccante ma molto intensa dal punto di vista umano e culturale. Ma i tre ragazzi, in quella babele multietnica, non si limitano a proporre solo la loro musica. Da quella straordinaria esperienza autobiografica Pier Luigi Cherchi crea un racconto denso di umanità e di riflessioni.

Pier Luigi Cherchi è Professore Ordinario di ginecologia e Ostetricia presso l'Università di Sassari. Autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche sulle più prestigiose riviste internazionali, si è cimentato sui temi riguardanti i cambiamenti della società contemporanea, dal primo libro "il parto domiciliare nella Sardegna della prima metà del Novecento, Tradizioni e sapere medico" (TAS Edizioni, Sassari), all'analisi della Rivoluzione culturale della Beat Generation descritta nel libro “C'era un ragazzo che come me" e nella sua all'ultima opera pubblicata da KOMMAEA "Prendi la chitarra e vai!"
 
La Forza delle Parole, il Progressive internazionale

Giovedì 5 maggio alle ore 20.30 al Teatro Ferrovi\rio di Sassari L'Associazione Culturale La Camera Chiara di Porto Torres, nell'ambito della rassegna "LA FORZA DELLE PAROLE - suoni, immagini, impressioni di settembre", ha presentato una serata dedicata alla MUSICA ROCK PROGRESSIVE INTERNAZIONALE.

L'appuntamento è stato un vero e proprio racconto attraverso le immagini, le biografie, le discografie, le parole e la musica per riassaporare le atmosfere degli anni in cui la musica progressive nasceva e si sviluppava in Europa.
Sono scitati alcuni dei gruppi più significativi della scena rock progressive internazionale come gli YES - EMERSON, LAKE & PALMER - GENTLE GIANT - GENESIS - PREMIATA FORNERIA MARCONI - LE ORME - KING CRIMSON - PROCOL HARUM - SOFT MACHINE - VAN DER GRAAF GENERATOR - JETHRO TULL, tutti gruppi che hanno segnato un epoca e sono stati capaci di nutrire l'immaginario di quella generazione che, allora, combinava società, politica e cultura e credeva nel potere rivoluzionario della musica e della creatività.

 
Maurizio Blatto alla "Forza delle Parole"
Mercoledì 20 aprile alle 20 al Teatro Il Ferroviario di Sassari riprende la rassegna "La Forza delle parole" dedicata al Progressive Italiano. L'iniziativa è organizzata dall'Associazione Culturale e Universitaria "Materia Grigia" in collaborazione con la Compagnia Teatro "La Botte e il Cilindro", la Libreria Internazionale "Koiné", l'Associazione "Le Ragazze Terribili", i Bertas, l'Associazione "La Camera Chiara" e il Circolo Enogastronomico "Il Vecchio Mulino".

A portare avanti la seconda edizione della rassegna sarà Maurizio Blatto che presenterà il libro dal titolo "L'ultimo disco dei Mohicani".

Maurizio Blatto è nato a Torino nel 1966. Ha accantonato sul nascere una carriera da avvocato preferendo Backdoor, storico negozio di dischi cittadino. Da dietro il bancone "cura" e alleva plotoni di maniaci musicali. Collabora da anni con la rivista musicale Rumore. E' stato editor di Label e ora scrive per Italic e Il Giornale della Musica. La sua canzone preferita è "How Soon Is Now?" degli Smiths. Dovendo scegliere, sceglie vinile. "L'ultimo disco dei Mohicani" (Castelvecchi) è il suo primo libro.



Materia grigia è un'associazione culturale e universitaria, che opera in città in collaborazione con l'Università degli Studi di Sassari e l'Ersu e con il patrocinio del Comune e della Provincia di Sassari. Dal 1990 organizza ogni anno il laboratorio "Università e Teatro". Nel 2010 ha ideato la rassegna "La forza delle parole" dedicata a Luigi Tenco. Quest'anno è dedicata al Progressive. fonte foto: lastampa.it
 
Impressioni di Settembre
Martedì 22 Marzo alle ore 18.30 al teatro Il Ferroviario di Sassari in Corso Vico 14 nell’ambito della rassegna "La forza delle Parole", l'associazione Materia Grigia ha presentato il libro "Impressioni di Settembre" di Stefano Ferrio. Letture di Piera Tirotto, Barbara Iantorno, Alberto Mancosu.

Nato a Vicenza nel 1956 Stefano Ferrio arriva al romanzo dopo aver collaborato per L'Unità, Il Gazzettino, Diario, Il Giornale di Vicenza. Docente di Storia della radio e della televisione all'Università di Padova, nel 1999 ha pubblicato Calcio a due (a quattr mani con Antonio Stefani) e nel 2004 il thriller Il profumo del diavolo.

"Impressioni di settembre" è il suo ultimo libro. Una storia degli anni Settanta con le canzoni della PFM che non sono solo un sottofondo.

La musica intreccia misteriosamente e unisce per sempre i destini di una madre, una figlia ancora nel suo ventre e un bambino incontrato in un parco una mattina d’autunno per il tempo di una canzone, Impressioni di settembre . Alle vite si uniscono Keats e la sua bellezza, una collezione di preziose schede telefoniche, discariche e morti ammazzati, regine del porno e dissoluti baronetti inglesi, clandestini e modelle, un prete e la sua radio.
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 8 di 12