Il vino di Piero Ciampi

In ricordo di Piero Ciampi

27 anni dopo la sua scomparsa (19/01/1980)

“Io sono il più grande, perché mi posso permettere di prendere 300.000 Lire a sera e mandare un altro a cantare al mio posto. Tanto nessuno sa chi è Piero Ciampi“.

Disegno di Gulliveriana.Piero Ciampi, sanguigna, 2006

IL VINO

 (Ciampi – Marchetti)

Com’è bello il vino
rosso rosso rosso,
bianco è il mattino,
sono dentro a un fosso.
E in mezzo all’acqua sporca
godo queste stelle,
questa vita è corta,
è scritto sulla pelle.

Ma com’è bello il vino
bianco bianco bianco,
rosso è il mattino,
sento male a un fianco.
Vita vita vita,
sera dopo sera,
fuggi tra le dita,
spera, Mira, spera.

“Dunque, molto tempo fa io ho conosciuto una persona molto speciale, un uomo meraviglioso. Lui era un poeta e si è bevuto tutta la vita. Se l’è bevuta tutta! E poi se n’è tornato nel suo pianeta. Io canto le sue storie, le parole che lui ha scritto per me: il suo nome è Piero Ciampi”. (Introduzione a “Come faceva freddo” da “Live (Brescia 21.03.04)” di Nada (tratto da La Brigata Lolli)

Per chi volesse approfondire  la conoscenza di PIero Ciampi consiglio il sito della Brigata Lolli  e le biografie di Enrico de Angelis  ” Piero Ciampi, tutta l’opera “ e di Giuseppe De Grassi ” Maledetti amici”.

17 thoughts on “Il vino di Piero Ciampi

  1. Il disegno è strabello: di Piero Ciampi ho sempre sentito parlare anche se non lo conosco molto – so però che è sempre stato amato dai migliori cantautori.

    ciao

  2. Gully, mi hai commosso, stavolta…sai del mio antico “legame” con le sue canzoni, credo anzi che la prima volta che passai qui fu proprio parlando di lui, uno dei grandi “dimenticati” della musica d’autore italiana…il tuo disegno è la fotografia della sua anima, così come molti dei suoi versi lo erano di certi nostri stati d’animo…una volta di più, te lo grido: brava.

    Alzo il mio bicchiere rosso e brindo a te!

  3. Non lo conosco neanche io, ma con il tuo disegno mi sembra che tu gli abbia dato ciò che traspare dalle sue parole… speranza, inquietudine, malinconia e sensibilità.

    Sbaglierò, ma ho visto questo!

  4. Non lo conosco Piero Ciampi…ma per caso è parente di Carlo Azeglio??? Mi informerò..e tra un bicchier di vino e uno stuzzichino brinderò alla poesia e al mattino…sempre se riuscirò a svegliarmi!!!

  5. Conosco bene Piero, lo ritengo uno dei più grandi… . Era amico fraterno di Tenco (hanno anche vissuto insieme). Che dire del disegno: mi sembra che la dimensione del fiasco sappia rendere il senso della sua vita tribolata, vissuta in due mondi diversi: dentro e fuori da quel fiasco. Balans

  6. Conoscevo quella introduzione di Nada, infatti l’ho cercata invano per inserirla da me. Poco male visto che la ritrovo qui.

    Piero Ciampi. Che dire ancora di lui?..L’ho (ri)scoperto solo con l’età adulta, che quel sapore amaro di sconfitta che hanno le sue canzoni ha bisogno di decantare, come il vino, in anime che sanno come custodirlo.

    Un abbraccio..

    ps..se riesco metterò ancora una sua canzone da me.

  7. credo lo sappia già ma i “la crus” hanno fatto una cover anche di questa canzone (oltre ad “angela” di tenco) nell’album omonimo che, per la precisione, sto ascoltando proprio in questo momento…

  8. Ciao Gulliveriana, una poeta e una pittrice della mia terra… grazie della visita e piacere di conoscerti, spero arrivino presto le ‘nuove occasioni’, ne ho sete.

    nel frattempo un brindisi distanza come si usa da noi: a chent’annos… ;-)

  9. conosco benissimo.Dir poeta è riduttivo,perchè non aveva la prosopopea,il distacco di chi vive in altri posti.Lui era così ferocemente concreto e malinconicamente crudele.Un grande!

  10. MariaStrofa ti ringrazio…ti consiglio di ascoltare Piero Ciampi, “Ha tutte le carte in regola / Per essere un artista: / Ha un carattere melanconico, / Beve come un irlandese. / Se incontra un disperato / Non gli chiede spiegazioni”

    branzino Un bicchiere di vino rosso profumato in compagnia fa sempre piacere :) )

    Slasch16 In un certo senso si. Una sua canzone inizia così “Una vita a precipizio

    l’esistenza senza un senso

    e la discesa niente ritorno

    poi la salita viene crudele

    come un miraggio

    mentre il giorno tramontando

    lascia un solco…”

    Masso57 Si, brindiamo anche a questo poeta “questa elegantissima/anima/che va a cena/sulle stelle.”

    kappa_pera Anche a te cito alcuni versi di Piero Ciampi “Questi miliardi di finestre/con le luci accese/sono miliardi di visi/nascosti da un muro./Non potremmo permetterci/di piangere/perchè/non siamo soli”.

    davidormi Non saprei… credo che a Livorno ce ne siano tanti con quel cognome… appena ti svegli documentati su Piero Ciampi :) ))

    Balans Immaginavo che conoscessi bene anche Piero Ciampi, non può che farmi piacere visto che io lo ascolto spesso.

    Interessante la tua intepretazione sulla vita di Ciampi.Dovresti analizzare anche i suoi testi.

    Baci :)

    Alderaban Nada ha fatto una bella descrizione dell’uomo e dell’artista Ciampi.

    L’ho scoperto da adulta e man mano che lo ascolto vedo anche io “quel sapore amaro di sconfitta che ha bisogno di decantare, come il vino, in anime che sanno come custodirlo”.

    Se ti interessa ho trovato un blog su piero ciampi con un video del 1977 http://profile.myspace.com/index.cfm?fuseaction=user.viewprofile&friendid=107300603

    is4morus Ho scoperto la canzone “il vino” grazie ai “la crus”! :)

    cherokee37 grazie anche a te per la visita! e a chent’annos!

    carugo grazie!..e benvenuto!

    viga Si, un grande. Un uomo e un poeta affascinante con un forte malessere esistenziale, come si può leggere in molti versi come ad esempio nella canzone “Il natale è il 24″ dove dice “ho una folle tentazione/di fermarmi a una stazione/senza amici e senza amore”…

  11. Complimenti ai tuoi disegni, rappresentano sempre in maniera autentica l’artista da cui trai l’ispirazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>